Non siamo mai stati così pronti a ritrovarvi

5 mesi fa

I miei amici, i miei colleghi, i miei partner,

Vorrei tanto poter finalmente annunciare una data ufficiale per il nostro ripresa. Una data che ci avrebbe permesso di fissare un'ora, un momento in cui avremmo potuto finalmente incontrarci di nuovo.

Sono passati più di 15 anni da quando ho iniziato Texapoker e posso dirvi che se qualcuno mi avesse avvertito di questa pandemia, non avrei cambiato nulla. Amo questo business e le persone che ne fanno parte più di ogni altra cosa. I giocatori, i dealer, i manager e i partner mi hanno dato la voglia, la forza e la motivazione per alzarmi ogni mattina e incontrarvi nelle nostre sale da torneo.

Chiunque mi conosca sa che ho dedicato gli ultimi due decenni della mia vita a trovare modi per rendere il nostro gioco, il poker, un puro piacere. Andare in vacanza non era un'opzione, prendermi del tempo per me stesso non era un fine in sé. Solo il bisogno di vedere molti di voi ai nostri festival è stato il segno di un progetto riuscito.

Da un anno, io e le mie squadre abbiamo fatto tutto il possibile con un obiettivo in mente: accogliarvi nelle migliori condizioni possibili. Bloccati con le nostre idee, non vediamo l'ora di presentarvele. Ci mancano i dealer e i floor della nostra piattaforma. Il magico balletto che prende forma allo "shuffle up and deal" è un vuoto che deve essere riempito molto rapidamente. Non siamo mai stati così pronti a ritrovarvi. Questa pandemia ci avrà almeno permesso di fare un passo indietro e rimbalzare meglio.

Non vedo l'ora che l'opera riprenda, che le porte dei nostri piaceri si aprano di nuovo. Che si possa sentire in lontananza il "Out Tavolo 12" e che i sorrisi di tutti riempiano il palco di gioia. Vorrei ringraziare tutti i giocatori che sono stati fedeli ai nostri tornei per tutti questi anni; la mia squadra (Alex, François, Maïlys, Nicolas e Benjamin) che mi sostiene e mi accompagna ogni giorno; i floor e i croupier che hanno percorso i tavoli di Texapoker e che soffrono in attesa della ripresa del gioco e, naturalmente, i miei partner, i casinò e gli amici che hanno creduto in me quando ero piccolo e che mi hanno aiutato a crescere.

Grazie a tutti e a presto,
Apostolos Chantzis

 

Non siamo mai stati così pronti a ritrovarvi